Kosmetik mit reinem Olivenöl

 Eines der wundervollsten Produkte der Natur, das Olivenöl, dient als Basis für diese 100% Naturkosmetik aus der Toskana, ohne Konservierungsstoffe, aus einem mir bestens bekannten Olivenhain, hergestellt mit ganz viel "passione" von wunderbaren Menschen.

{AdmirorGallery}shopping/nordest/1{/AdmirorGallery} 

L’ORGOGLIO DI COLTIVARE UN TESORO

Der Stolz, einen Schatz zu kultivieren...

(Version bisher nur auf italienisch, weitere Informationen bitte erfragen)

Premessa - Das Versprechen 

L’ulivo ,fin dall’antichità,era considerato simbolo di pace , sapienza e prosperità e nel I sec. D.C. l’ulivo era definito la prima fra tutte le piante nel “De re Rustica “ di Columella ,uno dei più antichi testi di agricoltura.

Oggi ,in Italia,il 30% degli uliveti è in stato di abbandono, oppure poco o male coltivati, generando una prospettiva incerta per il futuro della “pianta” simbolo dell’agricoltura mediterranea .

Questa incertezza è correlata al costante aumento dei costi di produzione , da una inefficace politica agricola sia nazionale che in sede europea e dalla propaganda adottata dalle potenti” Lobby”internazionali produttrici degli oli di semi e di altri grassi nella promozione dei propri prodotti.

Le lacune legislative consentono anche ai produttori una manipolazione del prodotto propagandato quale “Olio Extra vergine d’oliva”con poche limitazioni:

- acidità massima dell’1%

- presenza del vero “Olio Extra vergine di oliva” non inferiore al 20% circa del prodotto.

Questi requisiti sono elementi facilmente correggibili con elaborazioni chimiche e di sintesi consentendo ,peraltro,di poter miscelare oli pregiati con grandi quantità di oli “ anonimi “

Si pensi che l’Italia pur rimanendo una grande produttrice presenta,sul suo territorio,la più grande raffineria di olio da “ lampade “ d’Europa.

L’ olio proviene dalla Turchia e dai paesi africani a bassissimo costo, viene raffinato e corretto chimicamente nel meridione per poi essere introdotto quale “Olio Extra vergine d’oliva” nella filiera del mercato alimentare.

L’attuale quadro legislativo consente,quindi, la presenza sul mercato di “oli” a bassissimo “prezzo” privi di pregio e di qualità costringendo i veri coltivatori ad adeguarsi ai prezzi correnti sul mercato, senza alcun ritorno economico, oppure ,per sopravvivere, dover utilizzare espedienti come l’utilizzazione di “correzioni alla clorofilla “ per aumentare significatamene la “ vera” produzione.

In questo contesto di luci e ombre, la produzione del “Consorzio Fichino “ si vuole evidenziare per la produzione di altissima qualità , caratterizzata da notevoli oliveti nello scenario delle bellissime Colline Pisane e precisamente nel Comune di Casciana Terme , in Località “il Fichino”.

Si pensi che già uno storico di fine 600’, il Mariti definiva il prodotto di queste colline superiore alla norma ed il suo prezzo il più alto della provincia .

Da alcuni anni anche oggi, si ha una produzione di un “Olio Extra vergine” di nicchia,di grande pregio, tra cui vari monocultivar.

La scelta è stata anche motivata e trascinata dalla presenza,nella stessa area collinare pisana, dei due grandi prodotti artigianali di “nicchia” locali ormai ben presenti e forti sul mercato internazionale:

-La pasta “Martelli”

-Il cioccolato “Amedei” leader “mondiale” nella produzione del cioccolato di finissima qualità.

Da qui un invito ad incentivare anche sul mercato internazionale la cultura dell’”olio”italiano ovviamente di “nicchia” stante la dovuta peculiarità del prodotto.

Ad esempio:,.

-sulle confezioni di “olio” commercializzate negli USA si riporta testualmente ed è consentito riportare la seguente dicitura :

-35gr.,pari a due cucchiai d’olio d’oliva al giorno, riducono i rischi di danni coronarici, la stessa FOD consiglia di assumere almeno due cucchiaini d’olio extra vergine d’oliva al giorno, per una corretta alimentazione.

In Italia , ad oggi, non vi è questa cultura perchè:

-non si conosce il lavoro richiesto dalla produzione dell’olio d’oliva con una raccolta molto dispendiosa e difficile, con bassissime rese nella ns. area di produzione per ogni quintale di olive raccolte vi è una resa del 10/13% di olio.

COLLOCAZIONE TERRITORIALE DELL’AZIENDA E CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

L’area dela Fattoria è posta sulle Colline Pisane , in Comune di Casciana Terme .

E’ collocata nel cuore della Toscana a:

-km. 30 da Pisa e dall’Aeroporto internazionale “Galilei”

-km. 30 da Livorno e dallo stesso scalo “Portuale”.

-km.70 da Firenze e dall’Aeroporto internazionale “Vespucci”

La zona è collegata a tutte le grandi infrastrutture viarie del centro Italia:

Autostrada del Sole,Superstrada Firenze-Pisa-Livorno.

Casciana Terme è luogo ideale di villeggiatura per la presenza di acque medicamentose, peculiare per la posizione geografica e struttura morfologica ,:a circa venti chilometri dal mare, con un clima mite .

Proprio la posizione collinare,con una temperatura mai inferiore ai -5°, garantisce un habitat ottimale per la coltura che, unito alla morfologia del terreno (calcareo – tufaceo), rende il prodotto superiore alla norma.

Questa località nei secoli scorsi era rinomata per la sua attitudine alla produzione dell’olio:

-vi sono documenti che attestano la presenza di questa pianta fin dall’epoca romana.

Recenti ritrovamenti portano a ritenere che questa coltura fosse già presente nell’Era Etrusca.

Nel decennio 1930/40 il prodotto di quest’area è stato premiato, più volte,alla Fiera dell’Agricoltura di Roma e di Verona per la produzione di quest’olio così particolare .

L’antica presenza di questa pianta indica una spiccata predilezione del terreno a questa coltura:

-tutte le piante,fin dall’antichità, sono state messe a dimora nella pietra calcarea.

Alcuni detti popolari ricordano:

-l’olio del Fichino veniva usato solo per le grandi festività : Natale e Pasqua.

Chi non ne possedeva correva ad acquistarlo perché ritenuto di qualità superiore.

La coltivazione di questa pianta richiede il rispetto di alcune condizioni :

-l’olivo per vivere bene ha bisogno di cinque “S” : silenzio, siccità, solitudine,sole e sassi; tutte queste condizioni sono presenti nell’area in esame..

 

IMPIANTO-RACCOLTA-CICLO DI PRODUZIONE

L’impianto a forma quadra rispetta la tipica tradizione toscana ed è costituito da una miscellanea di piante : dal frantoiano, moraiolo, leccino, razza e pendolino, tutte piante tipiche dell’area che, per le loro caratteristiche, danno una connotazione ed un gusto unico nella produzione nazionale.

Un sapore molto fruttato grazie alla presenza delle frantoiane, l’aroma classico del moraiolo e la presenza delle vitamine dovute al leccino rendono questo prodotto, un vero “ oro verde “.

L’epoca di raccolta va dall’inizio di ottobre a tutto il mese di dicembre e viene effettuata mediante brucatura a mano,sistema lento e costoso che consente di ottenere un olio di grande qualità (una persona può cogliere al massimo10 Kg /h di olive per una resa del 13% ).

Una volta raccolte vengono poste nelle cassette apposite per consentire una buona areazione delle olive:

Entro le successive “ 5/6” ore” vengono portate al frantoio per ridurre così l’inasprimento del prodotto, ( tasso di acidità ) .

Il ns. olio ha un tasso di acidità dello “0,11 % “( certificato );

Si ricorda un olio con un’acidità variabile tra lo “ 0,1% e 0,3%” è equiparabile ad una.. “Ferrari”.

La frangitura avviene in un “frantoio” vicino alla Tenuta.

Viene utilizzato il ciclo” a freddo”per mantenere inalterate le sostanze organolettiche delle olive:

-un prodotto fruttato e con quel pizzico tipico ma con un retro gusto tufaceo. 

Si allega un’estratto di una pubblicazione trascritta riguardante le proprietà dell’olio : 

L’OLIO D’OLIVA NELLA ALIMENTAZIONE 

Intervista al Prof. GIOVANNI BATTISTA PANATTA, Direttore dell’Istituto di Nutrizione Umana dell’Università di Ferrara 

L’olio d’oliva cos’è? 

L’olio d’oliva ha una composizione in acidi grassi polinsaturi essenziali, non solo tutt’affatto peculiare, ma non molto dissimile da quella del latte di donna. Dal che e dal ruolo che i due acidi grassi essenziali (linoleico e a-linoleico) rivestono nell’economia dell’organismo non è difficile immaginare l’importanza dell’olio di oliva nell’alimentazione dell’uomo, specialmente del bambino, e prevederne i possibili ruoli metabolici. 

L’olio d’oliva nell’alimentazione dell’uomo.

Cominciamo dal bambino.

L’olio di oliva – proprio in ragione della sua composizione in acidi grassi- può essere utilizzato senza problemi nell’alimentazione del bambino. Che se ne impone anzi l’uso. Dal divezzamento in poi, nella prima come nella seconda infanzia, su fino all’adolescenza, nelle diverse fasi dell’accrescimento e oltre. 

L’olio d’oliva nell’alimentazione dell’adulto.

Qual è il rapporto con lo stress ossidativi di cui tanto si parla? 

Si è osservato che l’olio vergine protegge i lipidi di membrana delle cellule dalla per ossidazione assai meglio di quanto, ad esempio, non riesca a fare l’olio di germe di mais. 

L’olio d’oliva e apparato cardiovascolare.

Che il rischio coronario fosse direttamente correlato al contenuto di colesterolo e di grassi nel sangue è nozione antica. Altrettanto antica è la nozione che la colesterolemia e la trigliceridemia tendono a innalzarsi pericolosamente con una alimentazione iperlipidica (carica di grassi).L’olio d’oliva fa diminuire il colesterolo totale e il colesterolo –LDL, lasciando immodificato l’HDL.

L’azione protettiva dell’olio dell’olio d’oliva sul rischio coronario potrebbe peraltro esplicarsi anche con altre modalità. Alcune osservazioni cliniche recenti indicano che, al passare da un’alimentazione ricca di acidi grassi saturi a una ricca di olio di oliva , diminuisce la pressione sistolica. Infine, gli acidi grassi moninsaturi influenzano positivamente il metabolismo e l’utilizzazione periferica dell’insulina:attraverso questa via venendo a interferire non solo sul metabolismo degli zuccheri, ma anche sulla regolazione della pressione arteriosa. 

Olio d’oliva e apparato digerente. 

Al pari di tutti gli altri grassi, l’olio d’oliva stimola il flusso di un ormone gastrointestinale, riducendo sensibilmente la secrezione acida dello stomaco. L’olio d’oliva si dimostra utile anche nella prevenzione e nella dietoterapia dell’ulcera gastroduodenale. Favorisce sia la secrezione biliare che la liberazione di colecistochinina e, quindi, lo svuotamento della cistifellea, comportandosi da coleretico, ( cioè aumenta la secrezione biliare) e da colagogo (cioè eccita la secrezione biliare del fegato). C’è da dire anche che agevola la digestione e l’assorbimento dei grassi alimentari e attiva la peristalsi intestinale. Promuove l’escrezione dei Sali biliari e del colestorolo dal fegato e la loro rimozione dall’intestino tenue (l’olio d’oliva infine stimola la secrezione esocrina del pancreas e migliora l’utilizzazione digestiva dei grassi e delle proteine alimentari. 

E nell’alimentazione dell’anziano? 

Con l’avanzare dell’età la spesa energetica giornaliera va calando progressivamente. Le ragioni sono più di una. La prima fra tutte è la diminuzione del dispendio energeticodi mantenimento – il cosiddetto metabolismo basale – che scende inmedia del 30% tra 25 e 79 anni. Ci sono poi da porre ancora nel conto: la riduzione dell’attività fisica (e quindi del dispendio energetico di attività); la maggior prevalenza delle malattie e delle invalidità; la modificazione del peso e della composizione corporea.

Nell’anziano si pone dunque il problema di contrarre l’apporto energetico e di contenere il consumo di grassi. Senza peraltro toccare la razione proteica: che, semmai, va attentamente sorvegliata, badando a garantire il giusto apporto di proteine di buona qualità.

Né tantomeno deve essere ridotto l’apporto di vitamine e minerali, la cui domanda, almeno in qualche caso, si fa difficile da soddisfare. Nello stabilire la razione di grassi nell’anziano, non si devono trascurare le azioni negative dell’eccesso di acidi grassi polinsauri sui lipidi di membrana di ogni cellula. Né può essere sottovalutata l’azione immunosoppressiva. Numerose sono le osservazioni a testimonianza dei danni derivanti da diete ricche di polinsaturi e/o carenti di antiossidanti naturali sui processi di invecchiamento cellulare e di degenerazione cerebrale. Gli acidi linoleico e a-linoleico, in quantità eccedenti rispettivamente il 2% e lo 0,5% dell’energia, favoriscono l’insorgenza della demenza senile.

Anche in questo una dieta ricca di olio d’oliva può risultare vincente.

Per quanto l’importanza di alcuni fattori alimentari di rischio coronario vada attenuandosi con l’età, non vanno tuttavia trascurate le azioni positive dell’olio d’oliva, che si dimostrano efficaci anche in alimentazione generiatrica. Nell’alimentazione quotidiana dell’anziano l’olio di oliva può trovare altri utili impieghi:stimola la motilità delle vie biliari extra epatiche e la peristalsi intestinale; facilita la digestione e l’assorbimento dei grassi; favorisce la rimozione intestinale del colesterolo. Agisce, in più, da blando lassativo, proprietà quest’ultima che può validamente contribuire a combattere la stitichezza atonica, tutt’altro che infrequente in età geriatria.

Da ultimo è d’obbligo segnalare ancora che l’olio d’oliva può dimostrarsi vantaggioso nella correzione di un altro grave squilibrio metabolico dell’anziano: l’osteoporosi. L’acido oleico sembra in grado di assicurare una buona mineralizzazione dell’ossoe, a tempo, di evitare la perdita di minerali, sempre che somministrato in quantità adeguate e in equilibrate proporzioni. Che, guarda caso, sono quelle che si realizzano nell’olio vergine di oliva. 

Parliamo ora dell’olio d’oliva in tavola e in cucina. 

 In relazione alle caratteristiche organolettiche si usa distinguere gli oli extravergine di oliva in tre categorie:

-gentile, subito pronto dopo la frangitura delle olive, dà il meglio di sé nei primi mesi di vita. Ha gusto delicato e accompagna, senza aggredirlem tutte le vivande fini e soavi; ottimo per il pesce lesso, le insalate verdi (incluse quelle amare), per le verdure bollite e per la preparazione di salse gentili, come la maionese;

-armonico, ha vita discretamente lunga; dopo circa 10 mesi dalla granitura, il gusto si attenua facendosi più morbido. Col prosieguo del tempo l’olio finisce con l’ossidarsi sino a rendersi non commestibile. Destino naturale di quest’olio sono gli arrosti e le fritture ma anche le salse strutturate.

Aggiunto crudo, all’ultimo minuto, su minestroni e zuppe di legumi li arricchisce magnificamente;

-fruttato, nasce per primo e muore per ultimo.

Si ottiene da olive parzialmente mature, colte ai primi di novembre e subito frante. Non appena pronto, si presenta come un olio aggressivo, decisamente pungente, pizzicante al palato. Va gradualmente ammorbidendosi sino a divenire armonico dopo circa un anno e tale resta per almeno un altro anno. Dopo di che si ossida definitivamente.

Quest’olio, ottimo per bruschette ben agliate, si accosta splendidamente ai piatti molto speziati e alla selvaggina.

Una domanda che spesso le massaie si fanno è se per cucinare – e, in particolare, per friggere – sia meglio l’olio d’oliva o se non siano piuttosto da preferire gli oli di semi, per una supposta minor grassezza di questi ultimi.

In proposito c’è da dire che oli, e proprio per essere tali, sono costituiti esclusivamente da grassi. Di cui cambierà la composizione acidica , ma non il valore calorico che, per tutti indistintamente, è di 9 kcal per grammo. O se si preferisce 9.000 kcal per litro. Pertanto, non esiste un olio che sia meno grasso di un altro. Cambiano semmai alcune caratteristiche di “siccatività” (siccativo è detto di composto che ha la facoltà di indurire e di fare indurire le sostanze alle quali viene mescolato) per cui un fritto può sembrare meno grasso di un altro. Ma solo sembrare.

L’olio di oliva è più resistente agli “shock termici”, specie se prolungati, degli oli si semi. Se un olio d’oliva può accettare una o due rifritture (sempre meglio filtrarlo, prima di riutilizzarlo!), altrettanto non può dirsi per un olio di semi, che, per la sua intrinseca fragilità, andrebbe rigorosamente sostituito ogni volta.

C’è è vero, chi sostiene che in casa, a differenza che in rosticceria o al ristorante, quando si frigge, difficilmente si raggiungono temperature elevatissime e, quand’anche, per tempi generalmente brevi, e ritiene perciò che sia indifferente usare olio d’oliva o olio di semi e che la scelta debba essere guidata piuttosto da motivazioni di gusto personale e d’ordine economico.

Noi non siamo del tutto dello stesso parere e pensiamo che l’olio d’oliva sia di gran lunga il migliore: anche per cucina.

Altrettanto, e a maggio ragione, riteniamo di poter affermare quando si tratta di condire a crudo. Siamo infatti convinti che nessun altro olio al mondo, nessun altro grasso al mondo possa reggere il confronto con le caratteristiche di sapidità, di profumo e di salubrità di un olio di oliva extravergine

INGREDIENTI UTILIZZATI NELLA LINEA COSMETICA NORD EST 43° 10°

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

 

Contiene componenti insaponificabili che gli conferiscono proprietà emollienti e ristrutturanti.

Ha un effetto anti aging conosciuto sin dall'antichità grazie alle proprietà idratanti e rigeneranti.

La composizione dell’olio di oliva è molto simile al sebo della cute e tra i lipidi naturali è quello con maggiore affinità allo strato lipidico della pelle. L’olio aiuta a mantenere integra la barriera cutanea inducendo la formazione dei lipidi epidermici con un corretto contenuto di acidi grassi polinsaturi.

Quindi è particolarmente adatto per pelli secche, dermatiti, eczemi, infiammazioni e prurito.

Gli acidi grassi presenti nell’olio sono altamente affini alla cute in quanto la loro composizione è simile a quella del sebo. L’acido oleico ,linoleico,palmitico, aiutano a ricostruire la barriera cutanea in quanto riportano in equilibrio il sebo cutaneo su pelli disidratate e desquamate . Applicando l’olio sulla cute si va ad equilibrare il film idrolipidico cutaneo apportando idratazione e tonicità alla pelle. La presenza di vitamina E e carotenoidi aiuta a contrastare la reazione a catena dei radicali liberi prevenendo la formazione di rughe e invecchiamento cutaneo.

Contiene inoltre polifenoli (oleuropeina e idrossitirosolo) ad azione antiossidante, anti age (rallenta l'invecchiamento dei fibroblasti), antiinfiammatoria e protettiva dai danni delle radiazioni UVB (agisce da radical scavenger e inibisce le metalloproteinasi che degradano le proteine della matrice de derma).

 

Proprietà :

 

  • -  Azione associata alla presenza di acidi grassi essenziali ( acido oleico, linoleico, palmitico)
  • -  Sinergia di acidi grassi e vitamina E
  • -  presenza di polifenoli

 

SQUALANO VEGETALE

 

Squalano naturale di origine vegetale ottenuto dalla frazione insaponificabile dell’olio di oliva. Emolliente naturale con grande affinità cutanea , rappresenta uno dei principali componenti del sebo umano. Ha proprietà filmogene, protegge la cute e rallenta la perdita d'acqua transepidermica, rendendo la pelle morbida ed idratata.

  • -  nutre e ristruttura la pelle
  • -  previene la secchezza cutanea 

 

ESTRATTO DI FOGLIE DI OLIVO

 

Cocktail di potenti antiossidanti che agiscono in sinergia . Contiene biopolifenoli e bioflavonoidi . La molecola principale è oleuropeina.

Migliora l'elasticità della pelle, la rende più luminosa e riduce i danni cutanei causati dall'inquinamento. Previene il fotodanno ed ha attività batteriostatica.

Protegge la componente lipidica delle membrane dallo stress ossidativo e quindi l’integrità cellulare.

Svolge un azione antinfiammatoria contro il rossore cutaneo dovuto a radiazioni da raggi UV e eritema solare.

 

OLIO DI VINACCIOLI:

L’olio estratto dai semi di Vitis Vinifera (acini di uva) è uno dei più potenti antiossidanti conosciuti grazie alla presenza di polifenoli, tra cui proantocianidine  (OPC)  e resveratrolo .

Le proantocianidine, tra gli antiossidanti di origine vegetale, sono considerate  15- 30 volte più efficaci della vitamina E e degli altri antiossidanti classici. Gli antiossidanti terminano reazioni di ossidazione a catena intervenendo sui radicali intermedi ed inibendo altre reazioni di ossidazione facendo ossidare se stessi. Agiscono contrastando la formazione dei radicali liberi dell’ossigeno e inibiscono la perossidazione lipidica, proteggendo quindi  i fosfolipidi delle membrane cellulari dall’ossidazione. Sono quindi dei radical scavenger in grado di catturare i radicali liberi  neutralizzandoli e rendendoli non più dannosi  per le cellule del nostro organismo.

In particolare il Resveratrolo è un efficace antiossidante. Ha doppio meccanismo di azione, perché agisce sia come chelante che come radical scavenger.

Nei vinaccioli d'uva è presente l’acido linoleico, che è un acido grasso essenziale, componente strutturale vitale delle membrane cellulari, importante quindi nel mantenere integri e vitali gli strati cutanei, che contribuisce a mantenere la corretta idratazione della pelle e svolge un importante azione rivitalizzante anti-age. L' elevato contenuto di acido linoleico conferisce all'olio di vinaccioli proprietà idratanti, rigeneranti e ristrutturanti. E’ anche apprezzato per il suo potere emolliente e film-forming. .

L'azione dell'olio di vinaccioli è particolarmente importante a livello circolatorio.

Le proantocianidine irrobustiscono le pareti dei vasi sanguigni , combattono la fragilità capillare aumentando la resistenza dei vasi e diminuendo la permeabilità. Favoriscono le contrazioni muscolari dei vasi e permettono la stabilizzazione del collagene presente nelle membrane delle arterie. Agiscono sul microcircolo aumentando la capacità dei capillari sottocutanei di nutrire i tessuti circostanti mantenendoli “giovani”.

Agisce profondamente nel derma stimolando i fibroblasti a produrre strutture di sostegno (collagene ed elastina) così da rinforzare la barriera cutanea

 

Proprietà :

  • -  elevato contenuto di acido linoleico
  • -  elevato contenuto di acidi grassi essenziali
  • -  elevato contenuto di proantocianidine 

 

OLIO DI BORRAGINE:

 

E’ molto ricercato per il suo contenuto di acido gamma linoleico. Questo acido grasso non sintetizzato dall’organismo è essenziale per rendere la pelle morbida e visibilmente bella .

 

Idratante : La stabilizzazione dei lipidi intercellulari nella fase lamellare cristallina conferisce alla pelle un idratazione di lunga durata. L’acido linoleico è un componente strutturale vitale delle membrane cellulari nonché essenziale per la sintesi delle prostaglandine e non essendo sintetizzato dal nostro organismo deve essere apportato in modo da rinforzare la barriera cutanea così da diminuire la perdita di acqua trans epidermica.

 

Rigenerante: L’apporto di acidi grassi essenziali favorisce l’attività biosintetica dei fibroblasti ed accelera la produzione di tropo-collagene.

 

Anti Aging : La presenza di acido linoleico ( 17-25%) è essenziale per l’integrità delle pareti cellulari. Il rafforzamento di queste ultime comporta un miglioramento dell’elasticità cutanea e protezione dall’azione degli UV.

 

Proprietà:

  • - Elevato contenuto di Omega 6 (50% circa) noto per le proprietà ristrutturanti
  • - Conseguenza dell’azione dell’acido gamma linoleico migliora l’idratazione,l’elasticità, e il tono della pelle
  • - Presenza di acido gamma linoleico (17-25 %)essenziale per l’integrità delle pareti cellulari 

             

OLIO DI MANDORLE

 

Ha proprietà estremamente emollienti e leviganti . Il suo contenuto di acidi grassi essenziali e componenti insaponificabili gli conferiscono proprietà idratanti, rigeneranti e ristrutturanti.

Gli acidi grassi presenti nell’olio di mandorla contribuiscono alla ristrutturazione degli strati cutanei danneggiati , in quanto si stabilizzano nella struttura delle membrane cellulari mantenendola integra e migliorando in tal modo la loro funzionalità. Di conseguenza si ha un idratazione a lungo termine e un rinforzamento della barriera cutanea.

L’apporto di acidi grassi migliora il film idro- lipidico cutaneo così da migliorare le funzionalità cellulari . In questo modo si migliora l’attività dei fibroblasti che aumentano la produzione di fibre di collagene e migliorano il rinnovamento delle strato cutaneo.

 

Proprietà:

  • -  Attività associata alla presenza di acidi grassi, acidi grassi essenziali e vitamina E 

 

OLIO DI JOJOBA:

 

Ha proprietà  idratanti, dona alla pelle elasticità , specialmente se applicato durante  l’esposizione al sole.  Previene la comparsa dell’acne e minimizza la produzione di sebo sulla cute. E’ una sostanza antirughe e anti-aging.

Elasticizzante : possiede un forte potere penetrante nell'epidermide con la capacità di ripristinare il PH naturale , combatte il processo di atrofia delle fibre elastiche e collageniche e restituisce alla cute le sua proprietà naturali. ( elasticità, morbidezza, colorito)

Antisebo: Essendo un olio non grasso non ostruisce i pori permettendo così il normale funzionamento e la funzione omeostatica delle ghiandole sudorifere e sebacee. E’ sebo simile, quindi scioglie il vecchio sebo permettendo di tenere liberi e puliti i pori.

Nutriente : l’olio è di facile assorbimento da parte della pelle e la sua grande capacità di penetrare attraverso i piccoli pori cutanei e gli interstizi del derma è dovuta alla presenza di molecole lineari. Stimola la circolazione cutanea  rendendo la pelle luminosa ed elastica .

Rallenta la perdita transepidermica di acqua: forma un film protettivo sulla pelle, mantenendola idratata e minimizzando lo sfaldamento dello strato corneo.

 

Proprietà: 

  • -  Attività associata alla sua alta stabilità in presenza di raggi UV
  • -  Attività associata alla facile penetrazione dell’olio attraverso la cute, dovuta alle strutture che lo compongono
  • -  Presenza di miscela di esteri ,di acidi grassi e alcoli grassi lineari ad alto peso molecolare
  • -  Attività dovuta alla struttura molecolare lineare non ramificata che ne facilità la penetrazione cutanea 

 

BURRO DI KARITE’

E’ nutriente e protettivo: contiene provitamina A (carotene) che stimola il rinnovamento cellulare.  E’ presente la vitamina E che ha proprieta antiradicaliche (antiossidante).

Contiene elevate quantità di insaponificabili che gli conferiscono proprietà emollienti ed elasticizzanti. Ha capacità protettive nei confronti delle radiazioni ultraviolette e previene la formazione di macchie brune sulla pelle.

 

FOSFOLIPIDI VEGETALI DA GIRASOLE

Complesso vegetale costituito da fosfolipidi da girasole con proprietà idratanti, ristrutturanti e protettive. Ripristina il cedimento della pelle matura , specialmente nel contorno occhi,.

La formazione di un film sulla superficie cutanea previene la perdita di acqua e crea una barriera protettiva contro gli agenti esterni. 

 

CREMA ESFOLIANTE 

Olio di oliva

Granuli di nocciolo di oliva

Olio di mandorle dolci

Burro di karitè

Fosfolipidi vegetali

Squalano vegetale

  

CREMA MANI 

Olio di oliva

Estratto di foglie di oliva

Olio di vinaccioli di uva

Burro di karitè

Fosfolipidi vegetali

Squalano vegetale

 

CREMA VISO 

Olio di oliva

Olio di borragine

Olio di vinaccioli di uva

Estratto di foglie di olivo

Fosfolipidi vegetali

Squalano vegetale 

 

CREMA CORPO 

Olio di oliva

Burro di karitè

Estratto di foglie di olivo

Olio di jojoba

Olio di mandorle

Fosfolipidi vegetali

Squalano vegetale

Zurück Nach Oben

 
Mail

busta

Ich freue mich auf ein Mail von Ihnen! Bitte hier klicken.

Oder rufen Sie mich an unter 0039.3284844702
9.00 -13.00 & 17. -20.00 Uhr

Bookmarks

Suchen